Areatore a batterie… può salvarti l’acquario.

pompa aereatoreCome ho già scritto esistono diversi sistemi per immettere ossigeno nell’acqua tramite aeratore oppure ossidatore, compreso il piccolo ma molto utile aeratore a batteria che, da solo, può salvare il nostro acquario dalla morte di tutti i suoi abitanti!
Come può un cosino così piccolo, dal costo di 10-20 euro, riuscire a salvare centinaia o migliaia di euro di animali, ad esempio?

Perchè in caso di problemi all’impianto elettrico, i tanto temuti “black-out” nella zona oppure al nostro palazzo o anche solo alla nostra abitazione (il caso peggiore, in realtà) questo piccolo e semplice accessorio può entrare in funzione e, con la sua batteria, immettere aria e quindi anche ossigeno nell’acqua, creando anche un minimo movimento.
Tutto ciò chiaramente deve essere proporzionato alle dimensioni dell’acquario e dal numero di abitanti, sia pesci che invertebrati. Tutti consumano ossigeno e quando tutto il nostro impianto elettrico si spegne non c’è nulla se non qualcosa a batterie che possa aiutarli a respirare.
Nelle vasche marine l’ossigeno viene apportato in più modi: tramite lo schiumatoio, le pompe di movimento che smuovono la superficiedell’acqua favorendone lo scambio gassoso, tramite la pompa di risalita che recupera l’acqua scesa in sump e ossigenata nella caduta.
Se la corrente andasse via solo per qualche ora il problema sarebbe ammortizzato dal sistema con strascichi minimi… ma se il problema è più serio perchè ad esempio siamo in vacanza, allora la vasca ha necessità di un sistema per farla sopravvivere. E l’aeratore a batterie è uno di questi, sicuramente il più economico rispetto ai gruppi di continuità che, comunque, devono essere ben impostati e dimensionati per garantire ore e ore di funzionamento delle apparecchiature collegate all’acquario.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code