Acquario stondato, colorato, senza fili e senza filtro a vista?

Fra le email che arrivano a info@acquariando.info alcune sono veramente particolari…ad esempio quella che leggete qui sotto è la prima nel suo genere, ma non contiene poi domande tanto strane, è più il tono in cui le pone che ci dovrebbe far riflettere sull’offerta dei negozianti di acquariologia in Italia:

"Premessa: ho dei semplici pesci rossi in un acquario semplicissimo datomi dalla mamma del bimbo a cui facevo babysitter (comprensivo di pompa, che assomiglia tanto a quella che uso nel presepe per fare la fontana e di una spugnetta). Non ho grosse ambizioni, almeno per ora, ma mi sto appassionando al mondo dei pesci (da qualcosa si deve pur cominciare). L’acquario in cui abitano i miei pesciolini, che dopo le vacanze e una mangiatoia automatica hanno raddoppiato la loro siluette, non mi piace, in realta’ non mi e’ mai piaciuto (ma a caval donato non si guarda in bocca) e cosi’ ho rivestito tutto cio’ che era nero con carta adesiva celeste.
Ora…….. vorrei cambiare……. Faccio prima a dirti cosa non mi piace: il classico acquario dalla forma squadrata, nero, con piante (il mio pollice e’ di tanti colori ma non di certo verde), dove si vedono i fili della corrente, e quell’insopportabile contenitore per il filtro sempre nero. Mi piacerebbe invece: un acquario dalle forme tondeggianti (esclusa la classica boccia), con rocce e sabbia o pietrisco bianco tipo zen.
Le mie domande sono:
-ho visto un acquario della blubios importato dalla mantovani pet diffusion (spero che ti arrivi anche la foto) che si avvicina molto alla mia idea, potrebbe andar bene? conosci la marca?
-esiste un fondale che possa sostituire il filtro (per non vedere i fili)? e’ davvero necessario per i due pesci  rossi?
-mi piacerebbe vedere le bollicine, esistono da potersi mimetizzare con il fondale?

Scusami se sono stata un po’ prolissa ma soprattutto non giudicarmi sciocca per le domande o le mie idee, ho ancora tanta strada da fare in questo campo e la voglio fare al meglio. Amo gli animali e non voglio vederli soffrire ecco perche’ prima di fare di testa mia voglio confrontarmi con qualcuno che ha piu’ esperienza di me (non mi fido dei negozianti perche’ tirano sempre l’acqua al loro mulino): prima di tutto vengono loro e la loro salute ma sarei felice se questa si potesse avvicinare il piu’ possibile alla mia idea."

Ciao Valentina, di acquari anche piccoli ne esistono di tutte le forme e ormai con tutti i tipi di accessori. Quello dello Bublios che hai visto tu va benissimo, è carino e sembra fatto bene. Devi solo abbinarci una lampada, ad esempio da 9 o 11 watt e poi un filtrino, puoi prendere un filtro esterno piccolo, come il Pratiko 400 dell’Askool, oppure un filtro a zainetto, se non hai intenzione di mettere troppi pesci in vasca. I filtri a zainetto in vendita non sono molti, mi sembra ci sia una linea che si chiama "Niagara", prendi SOLO quello più potente, da 250 l/h, perchè già questo è piccolissimo e ha una pompetta "moscia", pensa gli altri…
Dato che ultimamente mi sono dedicato alla ricerca di acquari piccoli, dai 20 ai 50 litri, credo che la mia esperienza ti possa essere utile per la scelta della prossima dimora di questi pesci rossi e magari anche di altre specie di pesci, ad esempio tropicali (non insieme…al posto di questi o in un secondo acquario). Ad esempio ti indico alcune scelte che vengono incontro alle tue esigenze di non avere troppi fili in vista, specialmente in acqua, non trovarti con i bordi neri (che comunque hanno un loro scopo negli acquari…non per il colore nero, ma il bordo ha una sua ragione di esistere)

  1. Acquari LAC, ad esempio il 338 che ho appena comprato ed esteticamente è molto carino (funzionalmente non posso ancora esprimermi per il filtro…ma la luce funziona.)
  2. LAC 38, praticamente come il primo, ma con solamente vasca e pompetta-filtro
  3. Wave box, sia di proporzioni "classiche", più larghi che alti, sia semi-cubiche, cioè quasi dei cubi con tutti i lati uguali. Questi sono venduti

Infine aggiungo che i pesci rossi, come tutti i pesci, hanno bisogno del filtro, meccanico ma soprattuto biologico.
Non è indispensabile, ma sicuramente aiuta a tenere l’acqua "vivibile" per più giorni, altrimenti ti toccherebbe cambiare il 20-30% di acqua tutti i giorni invece che una volta ogni 10-15, ed è sicuramente scomodo, non trovi? Per le bollicine…puoi metterle tramite quelli che si chiamano comunemente OSSIGENaTORI, ma sappi che se c’è una pompetta interna che magari smuove l’acqua in superfiicie, l’aria in acqua non è necessaria. La cosa migliore, se riesci a comprare un acquari di almeno 20 litri, è mettere delle piante, almeno qualche specie a crescita rapida sullo sfondo. Non solo vedrai che il tutto apparirà più naturale e affascinante, ma le piante producono ossigeno sotto la luce e aiutano anche loro a tenere pulita l’acqua, usando i "prodotti" di scarto del ciclo vitale dei pesci.
E non ti preoccupare del tuo pollice verde…anch’io fuori dall’acqua uccido qualsiasi cosa sia verde…mi muore anche il Potos in bagno!
Però in acquario è tutto diverso. Le piante "vanno da sole", praticamente. Mettine un paio di specie a stelo e vedrai che ti piaceranno. Unico dubbio è la loro convivenza con i pesci rossi, non sono un esperto delle loro specie, ma mi pare che tendono a mangiarsele, meglio se controlli prima o scegli piante più "coriacee" per provare. A presto e facci sapere come stanno i tuoi pesci anche in futuro! 🙂

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code