Askoll Co2 Natural System, ricaricarlo senza comprare le bustine?

L’Askoll Co2 Natural System è un prodotto commerciale geniale, a mio modesto parere.
Al costo indicativo di 20€ e’ la strasposizione commerciale della metodo DIY (Do-It-Yourself) per produrre l’anidride carbonica in casa, a prezzo ridottissimo, e fornire quindi co2 all’acquario tropicale. Parliamo di acquari piccoli…per quelli più grandi risulta necessario il sistema completo "classico" con bombola ricaricabile o no e il suo riduttore di pressione.

Nel sistema della ASKOLL però si ha il problema delle ricariche, cioè le bustine chiamate "Activator" e "Stabilizer", cioè composti con componente principale sicuramente ZUCCHERO e bicarbonato una e LIEVITO liofilizzato l’altra. Infatti dopo 20-30 giorni le 2 bustine inizialmente inserite terminano l’efficacia, le bollicine di co2 spariscono e bisogno "ricaricare" la boccetta. Il costo delle ricariche è limitato, questo è vero, parliamo di circa 10€ per 3 ricariche.

Se invece creassimo noi i componenti del sistema?
Basta dello zucchero e del lievito, meglio in panetti. Pensate al costo…parliamo di circa 0,20€ per ricarica… 🙂

Le dosi esatte non le conosco, ma idealmente credo possano bastare 100 gr di zucchero e 1/4 di panetto di lievito di birra.
Teoricamente si potrebbe usare anche il lievito per rendere stabile la produzione di anidride carbonica, perè questo è raccomandato solo se l’acqua del proprio rubinetto ha un KH inferiore a 10°…e qui a Roma siamo intorno a 15 abbondanti…

Per provare queste dosi stò provando io stesso nel mio acquario, così da fornirvi dei dati più attendibili e dei consigli al termine di un paio di prove "sul campo". 🙂

18 Comments

  1. un’altra domanda:di notte dobbiamo spegnerlo questo impianto? e come si fa, si stacca il tubo dal contenitore?Poi,Ignazio,parli delle valvole per tarare le bolle a 20/min.Dove stanno queste valvole e come si fa per tarare le bolle a un certo numero?Spero che parliamo dell’impianto askoll natural system.Grazie!

    Post a Reply
  2. per chi se ne intende, quante bolle si devono avere in acquario da 70 litri oppure come si fa il calcolo?

    Post a Reply
  3. ciao collechi acquariofili mi sono dovuto evolvere oggi ho una bombolaper il co2 praticamente un estintore a co2 con saracinesca riesco a controllare le bollicine alla grande cercatelo anche voi e il massimo con poco impegno. Pero’ e sempre vaga la somministrazione su 100 LITRI il numero di bolle ciao a presto a chi sa risponda

    Post a Reply
  4. 2/4 di lievito di birra significa la metta’ del panetto

    Post a Reply
  5. o sentito tante chiacchere in merito ,io vi do una dritta in 1 litro di acqua mettere 300g di zucchero in una bottiglia dopo a circa 23 24 gradi di temperatura dellacqua versare l!acqua nella bottiglia , dopo fatto il tutto ,sciogliere in un bicchierino 1/3 di panetto di lievito di birra ,e versare il contenuto nella bottiglia dove ce acqua con zucchero . chiudete il tutto e al centro del tappo fare un forellino dove passa il tubicino di gomma ,vedrete che dopo 7/8ore inizieranno le bollicine

    Post a Reply
  6. salve

    io ho comprato un sistema askol natural system per la mia vasca da 100(lordi)

    per non comprare le bustine metto 1 etto di zucchero acqua tiepida faccio sciogliere bene aggiungo mezzo cucchiano di bicarbonato….poi sciolgo mezzo panetto di lievito in un dto di acqua lo vero dentro al contenitore e via!

    il mio problema e’ che dopo 2 giorni di 15 bolle minuto (regolato cosi con valvola in uscita)……sembra finito tutto …bolle sono pochissime
    come mai?dove sbaglio?

    (premetto che ho messo pure una valvola di non ritorno e una valvoletta per regolare flusso co2

    Post a Reply
    • ma 1 solo etto non è poco? Secondo me è sbagliata la proporzione con lievito e acqua

      Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code