Grax e i grandi Ciclidi in acquario

Un lettore che risponde al nickname di Grax, mi chiede consiglio su qualche bel Ciclide “più grande di 20 cm”.
Avendo già dei ciclidi africani, non posso consigliargli questa “grande famiglia” di pesci, amata in tutto il mondo che regala splendide soddisfazioni con uno sforzo molto contenuto, soprattutto se si ha spazio in casa per un acquario capiente.
Ammetto comunque di non essere un esperto del “settore” bestioni, quindi come grandi Ciclidi direi che rimangono quelli sud-americani, escludo il Discus: è abbastanza conosciuto perchè non ci sia bisogno di chiedere a me su un blog consigli sui Discus…. 🙂
Oltretutto ammetto che parlarne bene non mi è facile…non lo è mai stato…

Personalmente la mia esperienza è limitata ad un paio di anni di convivenza con alcuni OSCAR, cioè gli Astronotus Ocellatus che ho provato a far convivere con un piccolo Cichlasoma synspilum…che se non sbaglio oggi è rinominato in “Vieja Synspilum“.
Non l’avessi mai fatto…all’epoca, anche in 340 litri e diverse grandi radici, non son riuscito nella convivenza.
Praticamente non c’è nulla di così terribile/territoriale come questi ciclidi coloratissimi (da adulti).

Se Grax però vuole provare ad allevare qualcosa di grandicello con un acquario dedicato, qualcosa di particolare, bello, e un po’ “diverso” dalle solite specie, potrei consigliargli l’“Herichthys cyanoguttatus” (prima “cichlasoma cyanoguttatum” se non sbaglio)
Per Ciclidi così grandi è consigliabile un acquario da almeno 300 litri
(arrivano a 30 cm di lughezza…anche più) dove tenere una coppia adulta e dei Plecostomus (“pulitori” simili agli ancistrus).
Sono bellissimi, hanno quasi la colorazione di un Discus come tonalità di celeste, con macchie colorate sul corpo però, invece di una colorazione più compatta come nei Discus. Ho avuto l’occasione di vederne una coppia dal vivo in un negozio a Roma…e l’avrei comprata al volo se avessi avuto spazio per tenerli. Purtroppo come tutti i grandi Ciclidi non possono essere messi insieme a qualsiasi specie ci si trovi in vasca…sono acquisti che vanno ben ponderati, ogni possibile “compagno di vasca” può generare una tragedia, quindi è fondamentale documentarsi benissimo prima, soprattutto nei forum di discussione stranieri, nei quali trovare esperienze dirette da collegare SEMPRE alle dimensioni dell’acquario.

2 Comments

  1. Salve , vorrei chiederti una cosa siccome ho un’acquario da 120lt ,vorrei metterci un bel ciclide grande però che non sia territoriale ci sono questi tipi di ciclidi ?
    Grazie

    Post a Reply
  2. In 120 litri un “grande ciclide” NON lo metti… a meno che per “grande” non intendi max 20 cm. 😉
    E comunque tutti i ciclidi sono territoriali… oguno però a modo suo, per questo si consiglia per ogni specie di tenerne una coppia in minimo XXX litri. Non dipende solo dalla grandezza.
    Ad esempio i piccoli ma bellissimi conchigliofili hanno bisogno di poco spazio, perchè formano colonie. Tanto che nel 40 litri ne tengo più di 15 senza problemi di lotte o altro.

    In 120 litri devi scegliere, alla fin-fine, se mettere una coppia di pesci medio-grandi (i primi che mi vengono in mente: scalari, ciclidi africani sia dei laghi che non (Hemicromis bimaculatus son bellissimi, ad esempio), qualche ciclide sud-americano, ma attenzione alle dimensioni massime raggiunte.
    Oppure puoi mettere un paio di specie piccole insieme ad altri pesci di branco.

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code