Pesci morti e malattie in acquario

Rispondiamo ad Elia, per il suo problema riguardante (come capita spesso) morti poco comprensibili di pesci nel suo acquario d’acqua dolce:

“mi chiamo Elia, a partire da 3 mesi a questa parte nel mio acquario (acquadream 60 della acquatlantis con filtro biobox con “lana” sintetica e canolicchi) si è andata a verificare una serie di decessi. inizialmente l’acquario ospitava 2 corydoras 5 neon e 2 guppy, tuttavia circa 3 mesi fa a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro quattro neon mi hanno abbandonato, tuttavia essendo il corpo privo di segni che lasciassero pensare ad una malattia e considerato che erano con me da più di 3 anni il caso era stato archiviato (vista anche la durata della vita media riportata su internet) come morte naturale, ultimamente tuttavia le morti sono riprese e in 2 giorni mi hanno lasciato 1 corydoras e 1 guppy, questa volta però si notavano pinne come sfilacciate sui bordi (ed erano morti da non  molte ore visto che alla mattina erano vivi e il ritrovamento è avvenuto prima di mezzogiorno). nell’acquario vi sono del muschio di java e un echinodorus ben sviluppata. da cosa possono dipendere i decessi?
grazie e complimenti per il sito, Elia”

Ciao Elia, lascerei perdere i 3 Neon anch’io, mentre per gli ultimi 2 pesci c’è bisogno di capire in che condizioni è la tua acqua. Quindi nitrati e nitriti vanno controllati per saperlo e magari cambiare il regime dei cambi dell’acqua e/o aggiungere delle piante. D’estate però i problemi possono essere anche altri, come l’eccessiva temperatura e quindi anche la scarsità di ossigeno. Insomma in estate è un po’ più difficile capire il reale motivo della morte di un pesce, sicuramente però possiamo fare in modo di escludere alcune cause e anno dopo anno imparare dagli errori.
Io stesso quest’anno ho sottovalutato il caldo e ho perso tutti i guppy che stavano crescendo, i blu moscow, che sono anche molto difficile da trovare in vendita. 🙁

4 Comments

  1. Ciao,
    qui da me credo (non ne sono certissimo) sono appena arrivati tanti bei maschietti blu moscow…
    Io sono di Vercelli.

    Ciao BlackSun

    Post a Reply
  2. In realtà lo sfilacciamento delle pinne mi fa pensare a qualche parassita presente in vasca più che a problemi di nitriti.

    Post a Reply
  3. Ho bisogno di aiuto! ho una piccola vasca stretta e lunga, di scarsi 25 litri con filtro e pompa d’acqua. Il filtro ha sotto una spugna nera sopra la ceramica e nel secondo contenitore il carbone. Due piante, Il ph è 7,5, la temperatura 26. Ogni settimana mi muoiono tantissimi peciolini. Dopo le stragi iniziali,ora ho una media di almeno 4/5 a settimana. Cadenza ogni 8 gg, l’uno dopo l’altro, velocissimi. Ho purtroppo lavato più volte tt. e uso acqua di rubinetto con care e clean in proporzione. Cosa fare? Come pulire filtro? Ogni quanto? Perchè muoino a xadenza settimanale?

    Post a Reply
    • Puoi anche usare l’acqua del rubinetto, non è la fine del mondo, ma nel filtro devi tenere più cannolicchi di ceramica possibile (da non lavare MAI, al limite con la stessa acqua dell’acquario) e un pezzo di spugna (da lavare ogni 7-10 giorni). Leva il carbone.
      Ora fai un bel cambio del 30-40% e non dare da mangiare per qualche giorno. Fra 3 o 4 giorni fanne un altro uguale e ricomincia con il cibo. Vedrai che staranno tutti meglio… se invece noti dei sintomi, allora potresti avere una malattia e devi capire quale per usare un medicinale.

      Continua chiaramente con i cambi del 20-30% dell’acqua, ogni 15 giorni… meglio ogni settimana! 😉

      Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code