Come ancorare la Riccia a rocce e sassi?

Conoscete la Riccia, la pianta per acquari?
In rete se ne trovano diversi…ma secondo me quest’articolo su un sito americano è semplice, con diverse foto e comprensibile.
Parla del modo migliore in assoluto per fissare la Riccia, nota pianta galleggiante, a rocce, legni e soprattutto sassi, meglio piatti. 🙂
Questa particolare piantina, messa su tanti sassetti, può creare stupendi layout in acquario…macchie di colore verde chiaro che con la co2 nelle ore serali ci regalano un simpatico “perlage”.

Avendo provato questo metodo, posso dire che non è semplicissimo…ma funziona. 🙂
Bisogna fare prima di tutto attenzione a fissare bene la retina dietro la roccia, per non trovarsela a girare in acquario trasportata dalla corrente!
Poi ricordarsi di tagliare regolarmente la Riccia, altrimenti crescendo troppo è facile che la parte sotto, più vicina alla roccia, marcisca e faccia poi staccare ciò che è cresciuto sopra.

Attenzione perchè la Riccia è comunque una pianta definibile “infestante”. Al momento di tagliarla/potarla poter appunto togliere dall’acqua le singole rocce è molto comodo per non trovarsi con tanti pezzetti di Riccia fluitans che “fluitans-ano” in acquario…annidandosi in qualsiasi anfratto utile e, se esposto alla luce, crescendo anche lì dove non avrebbe dovuto… 🙁

Riccia fluitans in acquario...con bollicine di ossigeno

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code