L’acquario di acqua salmastra per pesci eurialini

scatophagus argusHo appena letto un bell’articolo, ricco e scritto bene da Paolo Piccinelli, dedicato agli acquari di acqua salmastra e quindi anche ai pesci “eurialini“, cioè tolleranti rispetto ad un ampio intervallo di salinità.

Questo tipo di acquari, poco diffusi per via delle poche specie che possono ospitare e il loro difficile reperimento nei negozi italiani, sono gli unici nei quali allevare degnamente pesci tanta particolari come lo Scatophagus Argus (in foto),  il Monodactylus (vaga somiglianza con gli scalari e con i marini Platax) o ancora il simpaticissimo pesce palla d’acqua dolce, il Tetraodon.
E perchè no anche alcune specie di Killi e Poecilia (facendo chiaramente attenzione a non mischiare tutti questi…a meno di voler fare una strage di Guppetti!).

Personalmente non ho mai allestito un acquario salmastro, però sono riuscito a convincere un’amica! 🙂
Una decina di anni fa, non recentemente, ho fatto mettere un Tetradon dentro un acquario da circa 60 litri, allestito in modo molto minimalista, con qualche foglia sul fondo e alcuni tronchetti incrociati proprio come radici immerse in un lago. L’effetto non era male…purtroppo però la manutenzione dell’acquario da parte dell’amica non ha seguito i miei dettami…io son stato un periodo fuori Roma e…il Tetradon alla fine è morto dopo meno di 6 mesi. 🙁
L’amica, ormai affezionatasi al pescetto in questione, ha abbandonato l’acquariofilia…e devo dire che non ho fatto nulla per fermarla!

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code