OXYDATOR con acqua ossigenata per l’acquario marino

oxydator (schema)Tanti volumi fanno comodo per quest’acqua ossigenata, teniamolo a mente per non acquistare acqua con pochi volumi, cioè bassa percentuale di ossigeno. Perchè l’OXYDATOR è vorace di ossigeno e, appunto, più volumi di ha l’acqua ossigenata e più ossigeno discioglieremo in acqua… ma anche qui non possiamo esagerare altrimenti diventa pericolosa da maneggiare.
Ne ho accennato in passato a proposito dei dinoflagellati, perchè avere un alto tenore di ossigeno nell’acquario marino serve a tenere alto il PH e quindi anche lontani i dinoflagellati, quella patina gelatinosa marroncina che si crea soprattutto sulla sabbia nelle zone con meno corrente. E’ un accessorio teoricamente molto semplice e dal funzionamento banale… rilascia ossigeno e lo porta a saturazione. Meno ne abbiamo disciolto in acqua e più acqua ossigenata consumerà. Almeno questa è la teoria…
Ed è un’accessorio per acquari sia marini che di acqua dolce… anche se devo ammettere di averlo visto usato raramente dai “dolciofili” che conosco.
Quindi: per comprare l’acqua ossigenata per l’Oxydator possiamo evitare di comprarla in farmacia (dove troviamo delle piccole boccettina anche al 6%, cioè 20 volumi, ma costano tanto, almeno 1€ l’una, e durano poco) e cercare invece delle bottiglie da 1 o 2 litri, possibilmente con più volumi del necessario.

Ad esempio ho trovato un litro di acqua ossigenata (perossido d’idrogeno) a ben 130 volumi (attenzione, è corrosiva e quindi pericolosa da maneggiare se non diluita!!!), a meno di 5€… che permette di ottenere oltre 6 litri di acqua alla giusta percentuale, una volta diluita in acqua d’osmosi. 🙂
Questo annuncio su EBAY ne è un esempio.

Come dicevo: diluita con acqua si riesce a portarla al 6% aggiungendo 5,5 litri d’acqua.
L’acqua ossigenata “giusta” è al 6% (20 volumi), quindi: 130*1=20*X quindi 130*1/20=6,5 litri-1 litro di acqua ossigenata 130 volumi = 5,5 litri di acqua.

Ricordiamo sempre che è più sicuro aggiungere il componente “pericoloso”, cioè l’acidissima acqua a 130 volumi, all’acqua d’osmosi, lentamente, e non il contrario.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code