Anthias parcheggiato e accudito dai Lysmata debelius

Anthias, pesce marinoDove riposa un Anthias? Il mio piccolo Anthias arancione ha scelto un nicchia nella roccia, e lì passa gran parte del tempo “buio”, cioè quello con le luci spente. Il bello è vederlo accudito dai 2 Lysmata debelius, che quasi lo proteggono, girandogli sempre intorno e spesso “spiluccando” qualcosa in mezzo alle branchie, fra le pinne, perfino in bocca.
Insomma i 3 sono uno spettacolo… ecco perchè ho fatto anche un piccolo video. 🙂

Questi pesci, che dovrebbero essere tenuti in branco, diciamo almeno 3 esemplari, sono un incontro frequente per chi si immerge con e senza bombole nei mari tropicali, perchè si trovano da pochi metri di profondità fino ai 40, specialmente nella parte del reef rivolta al mare aperto. In tutti i documentari vedete spesso una “nuvola” di pesci che gravita attorno alle grandi colonie di coralli, per poi ritrarsi al loro interno all’avvicinarsi di un predatore, uomo compreso.
Sono insomma sempre in gruppo, mai fermi se non di notte.

In acquario sembra che possa avere difficoltà di alimentazione. In questo caso ho comprato (o meglio mi hanno regalato) un pesce che sembrava sano e soprattutto mangiava tranquillamente il cibo granulare. E infatti anche nel mio acquario marino, seppure solo dopo 10 giorni di vita eremitica dietro a una roccia, mangia senza problemi il cibo secco, così come l’artemia salina (e ci mancherebbe!). Unica difficoltà è che, ancora oggi a distanza di oltre 1 mese, soffre la differenza di dimensioni con lo Zebrasoma Desjardini, per cui devo fare attenzione a distribuire bene il cibo in più punti, così che anche lui come la coppia di pagliacci possa arrivarci.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code