Quali pesci NON comprare per l’acquario?

Balantiocheilos, chiamati anche squaletti...impropriamenteLa domanda “quali pesci posso mettere nel mio acquario?” si presenta ai neofiti la prima volta che acquistano e allestiscono il loro primo acquario, d’acqua dolce o marino che sia. Ma torna anche a presentarsi a chi ha già avuto esperienze con i pesci tropicali, perchè capita di allestire un secondo acquario, oppure perchè semplicemente si vogliono aggiungere dei pesci visti in negozio o in casa di un amico.
Purtroppo però spesso ci si dà la risposta sbagliata, pensando di poter acquistare e allevare un pesce che in effetti  ha esigenze ben diverse da quelle che sappiamo di potergli offrire nel nostro acquario.
L’ideale quindi sarebbe PRIMA pensare a quali pesci piacciono e interessano in particolare, documentarsi sulle loro esigenze e sulle dimensioni massime che possono raggiungere, allestire l’acquario per rispettarle il più possibile e POI acquistare i pesci in questione.
Anche perchè non ci si può affidare completamente al negoziante per i nostri acquisti, a meno che questo non sia realmente un appassionato di acquariofilia E poi un commerciante…
Diffidate SOPRATTUTTO dei negozi di animali che vendono ANCHE pesci…sono i peggiori, le eccezioni sono veramente rarissime…

Se poi sappiamo che avremo in acquario più di una specie di pesci, allora è importante anche valutare la COMPATIBILITA’ fra le specie: pesci tranquilli Vs pesci aggressivi/territoriali, pesci che vivono in acqua dura Vs pesci che vivono in acqua tenera (valori di durezza), pesci che frequentano le stesse “zone d’acqua” Vs pesci di dimensioni talmente diverse…che i più piccoli potrebbero finire in bocca ai più grandi!

Alcuni esempi

  1. il Gyrinocheilus sembra un alghivoro…ha la simpatica bocca “a ventosa”, ma in verità mangia pochissime alghe nel vostro acquario e arriva a cresce anche fino a 25 cm…
  2. I classici pesci  scuri, marroni o grigi, “pulisci vetro” che vedete negli acquari tropicali d’acqua dolce sono gli Ancistrus. Sono anche fra i primi pesci ad essere consigliati dai negozianti come “pulitori” per l’acquario.
    Evitate di acquistare invece i loro “cugini” Hypostomus plecostomus perchè crescono molto, arrivando anche a 50 cm!
  3. Chromobotia macracanthus (detto anche “Botia pagliaccio“) è un pesce molto bello e resistente, che però vive meglio in piccoli branchi da 4-5 esemplari e può arrivare anche a 35 cm di lunghezza. Quindi in generale è adatto SOLO ad acquari dai 200 litri in su, meglio 300 per allevarlo in gruppo. Venduti dai negozianti come “rimedio naturale” per limitare il numero di lumache in acquario…
  4. Gli SQUALETTI, sia i Pangasius (i meno indicati in assoluto) sia i Balantiocheilos, sono pesci che diventano molto grandi con il tempo, i primi possono superare tranquillamente il metro di lunghezza i Balantiocheilos arrivano “solo” a 35 cm…che son tanti per la maggior parte degli acquari in commercio!
    Senza contare che sono entrambi molto vivaci, sempre in movimento e possono infastidire gli altri inquilini.
  5. I pesci palla (Tetraodon) sono tanto carini…ma anche famelici e quindi aggressivi, inoltre vogliono acqua salmastra. L’unico modo per tenerne degnamente alcuni è allestire un acquario d’acqua salmastra di dimensioni medio-grandi (120 litri in su).

Anche se sembra superfluo ricordo che

  • i pesci tropicali d’acqua dolce, a parte pochissime specie, hanno bisogno di un acquario dotato di riscaldatore per vivere bene durante i mesi invernali, anche se l’acquario è in casa e non all’aperto.
  • i pesci pagliaccio vivono in acqua salata…in mare…NON potete metterli insieme al vostro pesce rosso, anche se si assomigliano come colore!

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code