Acquario marino monocorallo? Proviamo un 20 litri minimalista con un singolo animale?

foto non mia di un singolo corallo in un cubo di acquaL’idea viene da questo post, o meglio da questa specie di piccolo acquario marino monocorallo: Ecoreef ZERO, letto su Reef Builders.
Perchè chiamarlo “acquario” in effetti è difficile, soprattutto fotografato senza riscaldatore e filtrino… sembrano proprio solo 5 vetri e un corallo… anzi solo un corallo.

Obiettivo è ricreare lo stesso “allestimento” e lo stesso metodo di gestione, cioè i cambi dell’acqua del 100%, realizzando qualcosa di particolare che, almeno personalmente, piace molto. E voglio ospitare proprio lo stesso corallo, la stupenda Catalaphyllia, che nell’acquario marino da oltre 200 litri dedicato agli LPS proprio non ne ha voluto sapere di adattarsi… tanto che ho perso ben 3 di questi coralli LPS nel corso di 3 anni. Se dopo 2 mesi il setup funziona, cercherò di comprare anche il piccolo Gamberetto Arlecchino (HYMONOCERA PICTA).
Userò il nanacubo della DENNERLE da 20-22 litri netti circa. Nel filtrino a zainetto metterò della Zeolite (assorbe ammoniaca, il primo elemento di scarto degli animali… coralli compresi), cambiando poi 50-70% dell’acqua ogni 2-3 settimane e NON inserendo rocce o altro che possa sporcare l’acqua con sedimenti o altri materiali in decomposizione… e chiaramente NON darò cibo al corallo, se non un minimo il giorno prima del cambio d’acqua, e lascerò che siano solo le zooxantelle ad alimentarlo quasi esclusivamente.

    1. Acquario: cubo Dennerle 20 litri misure 25x25x30 (per chi deve comprarne uno posso consigliare anche l’ Aquael Nano Shrimp Set 30, che costa come il Dennerle, ma include anche gli accessori: lampada PL da 11 watt, filtrino interno, riscaldatore da 20 watt. In basso a fondo pagina trovate il video dell’unboxing e setup)


  1. Illuminazione: LED (si può fare da soli, anche con le semplici strisce led, basta avere almeno luce bianca ed anche luce blu, se regolabili entrambi meglio,  ma in giro ormai ce ne sono anche di piccole e dal costo non troppo alto)
  1. Riscaldatore: mini da 15w
  2. Filtraggio: zainetto con Zeolite (da cambiare ogni 20-30 giorni)
  3. Movimento: pompa Hydor Koralia nano
  4. Animali: Catalaphilia jardinei con Gamberetto Arlecchino (HYMONOCERA PICTA)
  5. Gestione: cambio del 90% dell’acqua ogni 2 settimane, nessuna integrazione

E d’estate, senza rabbocco automatico o refrigeratore, come farò?
Sposterò semplicemente il singolo corallo nell’acquario più grande, dotato di refrigeratore e sistemi di sicurezza.

QUANDO lo realizzerò? Non lo so… cercherò di farlo durante le festività natalizie perchè sto completando un trasloco che mi porterà in un’appartamento più grande, utile ad ospitare comodamente (e finalmente) tutta la mia passione per gli acquari!

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code