Acqua dell’acquario torbida?

acqua normale in quello di sinistra e acqua torbida ma pulita nell'acquario appena allestito che vedete a destraAvere l’acqua torbida in acquario può succedere e spesso non è nulla di grave.
Purtroppo il termine “torbida” è generico, quindi ogni volta bisogna capire di quale tipo di “non limpidezza” stiamo parlando (senza contare le persone che scrivono in email o nei commenti senza specificare se hanno un acquario marino o d’acqua dolce, tropicale o temperato, come se fossero tutti uguali!)
Praticamente mi è capitato di assistere a 3 tipi principali di acqua torbida nella mia esperienza con gli acquari tropicali:

  1. acqua sporca/polverosa, tipica dei primi giorni di avvio di un nuovo acquario. E’ la situazione più innocua, la polvere è normalmente contenuta nel ghiaino che, se non sciaquato, messo sul fondo ne rilascia moltissima che rimane in sospensione per giorni. Quella che si coagula in superficie può essere tolta facilmente appoggiando sull’acqua dei pezzi di carta assorbente, pulendola quindi in modo meccanico. Nella foto in alto vedete un esempio trovato in Rete che propone affiancati proprio 2 acquari con acqua pulita in entrambi, solo che in quello a destra è torbida perchè appena allestito, quindi l’acqua è più chiara per via delle particelle in sospensione e le bollicine di ossigeno.
  2. acqua verdognola, quindi una fioritura algale. Ci troviamo in condizioni particolari, in cui un’alga ha trovato condizioni particolarmente adatte per proliferare nella colonna d’acqua. Solitamente un cambio parziale sostanzioso e soprattutto 3-4 giorni di buio totale risolvono il problema dell’acqua torbita – verdognola nell’acquario
  3. acqua giallognola-ambrata, frutto della presenza di sostanze coloranti, spesso acidificanti, prodotto dalle radici, cioè dai cosiddetti “legni di torbiera” che possono essere più o meno puliti prima di essere venduti all’acquariofilo. Per questa la “regola” dice di acquistare i tronchi di legno per acquario, piccoli o grandi che siano e, prima di metterli al loro posto sul fondo, bollirli per diversi minuti in pentola o, se troppo grandi, tenerli quantomeno a bagno nella vasca in acqua calda, tenendoceli per qualche giorno. Se l’acqua rimane trasparente allora significa che anche in acquario non rilascerà aidificanti/coloranti.
  4. acqua nebbiosa (alle volte associata a cattivo odore), frutto di una fioritura batterica, quindi il filtro biologico non sta facendo il proprio lavoro oppure che le dosi di cibo sono veramente esagerate!
    Più difficile da controllare e più pericolosa delle 2 precedenti, questa situazione va affrontata cercando di capirne le cause. Spesso deriva da condizioni chimiche molto lontane dall’optimum, ad esempio valori di ammoniaca o nitriti elevate. Controllare con i test tutti i valori e cercare di riportali nella norma con cambi dell’acqua, allontanare i pesci prima che muoiano o si ammalino. Aspettare poi qualche giorno perchè il filtro biologico riprenda a funzionare con il suo bel ciclo dell’azoto (diciamo 2-3 settimane) e poi rimettere GRADUALMENTE i pesci nell’acquario. Se la vasca era attiva da tempo… valutare se il numero degli abitanti non è troppo elevato per i litri a disposizione. Volendo fare proprio un conteggio spicciolo, cerchiamo di mettere una pianta ogni 2-5 pesci (a seconda della taglia) e 1-3 pesci ogni 10 litri. Se mettiamo troppi pesci il filtro non potrà reggere il carico organico, se mettiamo poi anche poche piante allora è tutto più difficile.

129 Comments

  1. Buonasera, ho un problema. Ho un acquario che gira da anni di circa 100 lit con 4 pesci rossi, una rana e un pulitore di circa 25 cm, è vecchiotto ma sembra star benone. Il problema è che da settimane l’acqua è diventata torbida, ne bianche ne verde ma sembra ci sia nebbia, non puzza. Ho provato a fare cambi quotidiani di acqua ma non ho risolto. Ho cambiato il carbone dopo 15 giorni invece che dopo 1 mese come faccio di solito e ho provato ad aggiungere un po di canolicchi pensando che forse erano troppo vecchi i miei ma non so quanto tempo ci voglia perchè siano ricoperti di batteri buoni. Ho provato a togliere le spugne perchè avendole cambiate da poco mi è venuto il sospetto che avessero rilasciato qualche sostanza nociva ma niente è sempre torbida l’acqua. Ho letto in giro che il carbone non è sempre necessario ma solo dopo cure con medicinali boh. Ho anche preso dei liquidi per le sostanze nocive per far diventare linpida l’acqua, almeno così c’è scritto sulla confezione, ma insonna non ho risolto. Pensare che aveva un’acqua cristallina qualche mese fa. Volevo fare anche un test dell’acqua ma il negozio mi ha detto che non sarebbe attendibile un test fatto prendendo l’acqua e portandogliela perchè nel tragitto si modificano i dati tipo ossigeno. mah nn so che altro pensare o fare. Potreste aiutarmi? grazie mille

    Post a Reply
    • Intanto mancano i valori dell’acqua. Per fare le cose fatte bene, se non hai i test in casa (almeno i 3-4 principali), porta 2 barattoli di acqua ad un negoziante, uno con quella del rubinetto e l’altra del tuo acquario. L’unico valore che, se lasci molta aria nel barattolo, si può modificare è il PH.
      Qui su acquariando trovi un articolo dedicato appunto ai test e relativi valori da tenere sotto controllo.

      Se la tua acqua del rubinetto ha qualche problema, anche solo in questo periodo, potresti continuare a fare cambi che non migliorano la situazione. Quello che è controllato già È stato comunque corretto: il carbone attivo puoi usarlo 15 genesi 15 giorni nove esempio se vuoi risparmiare altrimenti cambia ogni 15 giorni perché non fanno parte del basket potrebbe non aiutare comunque non fa male. I cannolicchi inseriti, come qualsiasi occasione in cui ricominci a popolare un filtro biologico, hanno bisogno di 3-4 settimane per cominciare a trasformare l’ammoniaca in nitriti e poi nitriti e nitrati.

      Devi scoprire qual’è la causa di questo provvedimento che, si causato da proliferazione batterica di solito è connesso con un malfunzionamento del filtro biologico: potresti trovarti nelle condizioni per cui ripartire con tutti materiali nuovi, cambiare per esempio 50% dell’acqua, aspettare quattro settimane e poi rimettere dentro tutti gli abitanti che nel frattempo potresti tenere in una bacinella più piccola con dentro un semplice ossigenatore oppure parcheggiarli in un negozio.

      Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.